Campagna Campagna

Corso del Popolo, 20
34074 - Monfalcone

Informazioni:
T - 0481 494 369

Biglietteria:
T - 0481 494 664
orario:
da lunedi a sabato
ore 17-19


ert Viva Ticket Biblioteca Monfalcone Per il Teatro di Monfalcone

I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio Comunicazione dell'Unità Operativa Attività Teatrali ed Espositive del Comune di Monfalcone
Tel. 0481 494 369

Realizzazione grafica e programmazione a cura di Incipit

E

E "Dietro le quinte"...

Torna “Dietro le quinte”, la rassegna di incontri che anticipano tutti i concerti e gli spettacoli della stagione, alle ore 20.00 nella cornice informale del Bar del Teatro: brevi ma preziose guide all’ascolto e alla visione per godere al meglio di quel che accade sul palcoscenico. Organizzati insieme all’Associazione “Per il Teatro di Monfalcone”, gli incontri sono l’occasione per condividere quanto proposto dai cartelloni, per stare insieme, divertirsi e gustare qualcosa di buono.

La campagna abbonamenti ha inizio sabato 9 settembre.
Fra le novità, una card dedicata al pubblico più giovane, per avvicinare ragazzi e studenti al grande teatro classico.
Torna la formula “Porta un amico”, che consente all’abbonato che porta un nuovo abbonato di guadagnare in omaggio una card il Mio Teatro - Musica.
Particolarmente interessanti anche la possibilità per le scuole di musica, teatro e danza di usufruire della riduzione riservata alle “scolaresche”, la riduzione del 50% sul prezzo del biglietto dei concerti per chi ha già acquistato un biglietto della stagione teatrale e i biglietti a tariffa agevolata riservati ai cittadini a basso reddito.

Temperatura in aumento! foto

Temperatura in aumento!

Originale e attraente, la nuova stagione di prosa si muove fra i grandi classici della storia della drammaturgia e il teatro contemporaneo, i diversi generi e le contaminazioni fra linguaggi. L’apertura (24 e 25 ottobre) è affidata all’energia e al glamour della disco music degli anni Settanta. Dopo il grande successo della passata stagione, torna sui palcoscenici italiani e approda al Comunale La febbre del sabato sera, il musical prodotto dal Teatro Nuovo di Milano che mette in scena, grazie ai migliori performer del musical italiano, l’indimenticabile storia di Tony Manero.
Fra le commedie in cartellone Le prénom, pièce francese adattata per il grande schermo con il titolo Il nome del figlio, racconta lo sbando di una generazione in bilico fra piccole meschinità e grandi sentimenti: colpi di scena, dialoghi arguti, ritmo e ironia che strappano al pubblico grandi risate.
Alla rassegna “contrAZIONI” si sostituisce la rassegna “AltroTeatro”, dedicata ai diversi linguaggi espressivi (musica, danza, teatro comico) e agli artisti giovani ed emergenti. Fra gli ospiti della rassegna Giuliana Musso, autrice e interprete dello spettacolo Mio eroe, che dà voce alle madri dei militari italiani caduti in Afghanistan per raccontare l’orrore della guerra, e Mario Perrotta, protagonista di Un bès, storia di marginalità, arte e follia dedicata al pittore Antonio Ligabue; ma anche la compagnia Mvula Sungani Physical Dance, che porta in scena lo spettacolo di danza contemporanea Odyssey Ballet.

C'è aria di Bach foto

C'è aria di Bach

La nuova stagione musicale diretta da Federico Pupo, che riceve il testimone da Filippo Juvarra, si apre nel segno di Bach. Sarà infatti la straordinaria pianista Angela Hewitt a inaugurare, giovedì 26 ottobre, il cartellone dei concerti con un programma tutto dedicato al compositore tedesco. Ed è sempre con Bach che si chiuderà in aprile la stagione, con un appuntamento davvero imperdibile che sveleremo a settembre.
Torna a Monfalcone il Tölzer Knabenchor, il più celebre coro di voci bianche del mondo, che nel maggio del 1983 inaugurò il Teatro Comunale. Nato nel 1956 quasi per gioco dall’idea di uno studente diciottenne, il Coro ha incantato nel corso degli anni il pubblico di tutto il mondo. Il concerto del Tölzer Knabenchor avrà luogo domenica pomeriggio: un’occasione per festeggiare, adulti e bambini, cantori e non, la gioia del fare musica insieme.
Fra gli appuntamenti di “’900&oltre”, il ciclo dedicato alla musica del Novecento e contemporanea, spicca il concerto che vede Giovanni Sollima, compositore e violoncellista fra i più eclettici, e i Solisti Filarmonici Italiani protagonisti di un programma di grande suggestione, con pagine di Bach, Vivaldi e dello stesso Sollima.
A impreziosire il cartellone anche un fuoriclasse del belcanto, Fabio Armiliato, tenore conteso dai teatri di tutto il mondo, grande interprete dei personaggi di Radames, Don José e Mario Cavaradossi. E a chi non conosce la musica lirica consigliamo la visione del film di Woody Allen To Rome with Love, in cui Armiliato canta sotto la doccia!

Grazie Filippo, benvenuto Federico! foto

Grazie Filippo, benvenuto Federico!

La stagione musicale del Teatro Comunale ha un nuovo direttore artistico. A Filippo Juvarra, che nel 2010 ha raccolto l’eredità di Carlo de Incontrera e ha diretto le ultime sette stagioni del nostro Teatro, succede il M° Federico Pupo.
Violinista, diplomato al Conservatorio di Bologna, ha svolto un’intensa attività cameristica, in particolare nell’ambito della musica barocca, esibendosi con importanti formazioni in Italia e all’estero.
Già direttore artistico della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi e direttore organizzativo della società della Fondazione Cassamarca che cura la programmazione del Teatro Comunale e del Teatro Eden di Treviso, ha collaborato con l’Orchestra Filarmonia Veneta, l’Ente Lirico Arena di Verona e i Solisti Veneti, per citarne soltanto alcuni.
Direttore artistico di Asolo Musica, l’associazione che organizza oltre 150 manifestazioni, fra cui il prestigioso Festival Internazionale di Musica da Camera “Incontri Asolani”, e della Fondazione Antonio Salieri di Legnago, insegna “Industria dello spettacolo” all’Università Ca’ Foscari di Venezia.
A Filippo Juvarra i nostri più affettuosi ringraziamenti per la grande professionalità e la straordinaria dedizione con cui ha seguito la nostra attività musicale in questi anni.
A Federico Pupo un caloroso in bocca al lupo!