Campagna Campagna

Corso del Popolo, 20
34074 - Monfalcone

Informazioni:
T - 0481 494 369

Biglietteria:
T - 0481 494 664
orario:
da lunedi a sabato
ore 17-19


ert Viva Ticket Biblioteca Monfalcone Per il Teatro di Monfalcone

I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio Comunicazione dell'Unità Operativa Attività Teatrali ed Espositive del Comune di Monfalcone
Tel. 0481 494 369

Realizzazione grafica e programmazione a cura di Incipit

La rotta di

La rotta di "Novecento"

Originale e attraente, la nuova stagione di prosa si muove fra i grandi classici della drammaturgia e il teatro contemporaneo, i diversi generi e le contaminazioni fra linguaggi.
L’apertura (24 e 25 ottobre) è affidata alla bravura e alla verve di due "vecchie volpi del palcoscenico", Massimo Lopez e Tullio Solenghi, che nel loro show, affiancati dall'orchestra Jazz Company, propongono una pirotecnica carrellata di voci, imitazioni, sketch, performance musicali e improvvisazioni.

Il teatro e la musica si incontrano anche in chiusura di cartellone (26 e 27 marzo), quando gli Oblivion, giovani ma collaudatissime volpi del palco e del web, propongono il loro musical comico La Bibbia riveduta e scorretta.

Fra i classici spicca il brillante L’importanza di chiamarsi Ernesto, di Oscar Wilde, nell’allestimento del prestigioso Teatro dell’Elfo, in cui la caustica ironia del grande autore irlandese si tinge dei colori presi in prestito ai cartoon e all'immaginario pop.

Fra gli appuntamenti di “AltroTeatro”, la rassegna dedicata ai diversi linguaggi scenici, un vero e proprio cult del teatro di narrazione. A celebrare i 25 anni dal debutto, torna Novecento, il celeberrimo monologo di Alessandro Baricco interpretato da Eugenio Allegri, messo in scena dal Teatro Stabile di Torino. Il transatlantico Virginian riprende il suo viaggio, e noi insieme a lui...

Informazioni per il viaggio...  foto

Informazioni per il viaggio...

Fra le novità della nuova stagione figura la possibilità, per chi si abbona al cartellone dei concerti, di scegliere fra 3 formule: musica (10 concerti), rassegna "ControCanto" (6 concerti) e musica plus (15 concerti). Un ventaglio di formule che ripropone quanto già collaudato per la stagione di prosa.

Particolarmente interessanti la possibilità per le scuole di musica, teatro e danza di usufruire della riduzione riservata alle “scolaresche”, la riduzione del 50% sul prezzo del biglietto dei concerti per chi ha già acquistato un biglietto della stagione teatrale e i biglietti a tariffa agevolata riservati ai cittadini a basso reddito.
Novità di quest'anno, una particolare riduzione sugli abbonamenti per i giovani, per il posto di Galleria.

Tornano “Dentro la scena”, il progetto di educazione al teatro e alla musica dedicato alle scuole, e “Dietro le quinte”, la rassegna di incontri con il pubblico ad anticipare (alle 20.00, nel Foyer/Bar del Teatro) tutti gli appuntamenti della stagione. Organizzati insieme all’Associazione “Per il Teatro di Monfalcone”, gli incontri sono l’occasione per condividere quanto proposto dai cartelloni, stare insieme e gustare qualcosa di buono.

La campagna abbonamenti ha inizio sabato 8 settembre.  

Si parte... Per il

Si parte... Per il "Nuovo Mondo"!

È la Mitteleuropa Orchestra, affiancata da Giuseppe Albanese, fra i pianisti più richiesti della sua generazione, ad aprire la nuova stagione musicale, venerdì 12 ottobre.
In programma il solenne Quinto Concerto per pianoforte e orchestra, “Imperatore”, di Beethoven e la più popolare delle opere di Antonín Dvorák, la Sinfonia “Dal Nuovo Mondo”, composta durante la sua permanenza a New York, che intreccia le sonorità dell’America del XIX secolo ai “ricordi” della sua terra.

Di grande richiamo anche l'appuntamento con l'imponente Odessa Philharmonic Orchestra e il violoncellista Alexey Stadler (che propongono pagine di Šostakovic e Beethoven).

Fra gli appuntamenti di “’900&oltre”, il ciclo dedicato alla musica del Novecento e contemporanea, spicca il concerto che vede protagonisti Gino Paoli e Danilo Rea: uno spettacolo unico all’insegna dell’improvvisazione, in cui il grande cantautore reinterpreta i suoi successi in chiave jazz, affiancato dal pianista che più ha segnato la scena jazz negli ultimi decenni.

Ed è nel segno del jazz anche la chiusura del cartellone: il 30 aprile 2019 approderà infatti al Comunale l'Uri Caine Trio (Uri Caine pianoforte / Mark Helias contrabbasso / Clarence Penn batteria). Non c'è modo migliore per festeggiare l’International Jazz Day, giornata proclamata dall’Unesco con l’intento di celebrare la forza della musica jazz come simbolo di unione, pace e dialogo fra i popoli.