Campagna Campagna

Corso del Popolo, 20
34074 - Monfalcone

Informazioni:
T - 0481 494 369

Biglietteria:
T - 0481 494 664
orario:
da lunedi a sabato
ore 17-19


ert Viva Ticket Biblioteca Monfalcone Per il Teatro di Monfalcone

I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio Comunicazione dell'Unità Operativa Attività Teatrali ed Espositive del Comune di Monfalcone
Tel. 0481 494 369

Realizzazione grafica e programmazione a cura di Incipit

VENERDÌ 15 DICEMBRE 2017 ORE 20.45 | '900&oltre

Gabriele Carcano

Pianoforte

Matteo Manzitti (1983)
Sonata

Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)
Sonata in re maggiore op. 28 n. 15,
“Pastorale”

***

Johannes Brahms (1833 – 1897)
Scherzo op. 4 in mi bemolle minore

Robert Schumann (1810 – 1856)
Humoreske op. 20

foto

Gabriele Carcano, diplomato con il massimo dei voti a 17 anni al Conservatorio Verdi di Torino, si perfeziona sotto la guida di Andrea Lucchesini. Dal 2006 si stabilisce a Parigi, dove frequenta i corsi di Nicholas Angelich presso il Conservatoire National Supérieur de Musique, e poi a Berlino.
Nel 2004 si impone al Premio Venezia e nel 2010 al Borletti Buitoni Trust Fellowship, inserendosi fra i migliori giovani talenti della scena internazionale.
Intraprende quindi una brillante carriera che lo porta a esibirsi nella sale più prestigiose d’Italia e del mondo, anche al fianco di importanti formazioni orchestrali.
Il suo primo album, dedicato a lavori giovanili di Brahms, esce nel 2016 per l’etichetta Oehms Classics e conquista il Supersonic Award della rivista “Pizzicato”. E di Brahms Carcano esegue lo Scherzo op. 4 in mi bemolle minore: scritto nel 1851 e pubblicato nel 1854, è l’opera più antica di Brahms che ci sia pervenuta, composta quando aveva soltanto diciotto anni, ed 15 è dedicata all’amico Ernst Ferdinand Wenzel, insegnante al Conservatorio di Lipsia, conosciuto a casa di Schumann.
Nella prima parte del concerto una delle composizioni per pianoforte più note di Beethoven, la Sonata n. 15 op. 28, il cui Rondò finale ha ispirato un titolo, Pastorale, apparso in un’edizione a stampa successiva a quella originale, e una Sonata del giovane compositore Matteo Manzitti.

m1718 09b