Campagna Campagna

Corso del Popolo, 20
34074 - Monfalcone

Informazioni:
T - 0481 494 369

Biglietteria:
T - 0481 494 664
orario:
da lunedi a sabato
ore 17-19


ert Viva Ticket Biblioteca Monfalcone Per il Teatro di Monfalcone

I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio Comunicazione dell'Unità Operativa Attività Teatrali ed Espositive del Comune di Monfalcone
Tel. 0481 494 369

Realizzazione grafica e programmazione a cura di Incipit

VENERDÌ 17 MARZO 2017 ORE 20.45

Mitteleuropa Orchestra
Piccolo Coro Artemìa
Michele Carulli
Denis Monte
Nika Kožar
Verena Apfelböck
Adriano Braidotti
Ester Galazzi
Francesco Migliaccio

Direttore - Maestro del coro - Soprano - Mezzosoprano - Voci recitanti



Sogno di una notte di mezza estate

In collaborazione con il Rossetti - Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e con la Mitteleuropa Orchestra


Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809 – 1847)
Sogno di una notte di mezza estate
Ouverture op. 21 e musiche di scena op. 61
per la commedia di William Shakespeare

foto

Dopo il vivissimo successo riscosso nella scorsa stagione da Egmont, la tragedia di Goethe con le musiche di scena di Beethoven, si rinnova la collaborazione con il Rossetti - Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia diretto da Franco Però e la Mitteleuropa Orchestra, con la direzione di Michele Carulli. La produzione di quest’anno è dedicata alle musiche di scena che Mendelssohn scrisse per il Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare.
La commedia fantastica di Shakespeare (che fu rappresentata per la prima volta nel 1600) esercitò un fascino immenso sul giovane compositore, anche grazie alla traduzione di August Wilhelm Schlegel. A 17 anni, con la sorella Fanny, ne vede a Berlino una recita e nel 1826 scrive quell’Ouverture op. 21 (prima per pianoforte a quattro mani, poi orchestrata nel 1827) che è uno dei frutti più prodigiosi (insieme all’Ottetto op. 20) del suo precocissimo talento. Del 1843 sono invece le musiche di scena op. 61 che Mendelssohn compone su richiesta del Re di Prussia per una rappresentazione della commedia a Potsdam, nella traduzione di Ludwig Tieck.

m1617 12b