Campagna Campagna

Corso del Popolo, 20
34074 - Monfalcone

Informazioni:
T - 0481 494 369

Biglietteria:
T - 0481 494 664
orario:
da lunedi a sabato
ore 17-19


ert Viva Ticket Biblioteca Monfalcone Per il Teatro di Monfalcone

I contenuti di questo sito sono a cura dell'Ufficio Comunicazione dell'Unità Operativa Attività Teatrali ed Espositive del Comune di Monfalcone
Tel. 0481 494 369

Realizzazione grafica e programmazione a cura di Incipit

GIOVEDÌ 27 OTTOBRE 2016 ORE 20.45 | '900&oltre

Mario Brunello
Andrea Lucchesini

Violoncello - Pianoforte

Carl Philipp Emanuel Bach (1714 – 1788)
12 Variationen über die Folie d’Espagne Wq 118/9 (H 263)
per pianoforte

Edvard Grieg (1843 – 1907)
Sonata op. 36

***

Giovanni Sollima (1962)
La Follia
per violoncello solo

Dmitrij Šostakovič (1906 – 1975)
Sonata op. 40

foto

Mario Brunello e Andrea Lucchesini suonano insieme da oltre 25 anni e precisamente dal 1990. Il proponimento risale alla notte di Capodanno del 1989, quando si conobbero e decisero di suonare insieme. Oggi l’affiatato duo rappresenta
il meglio del camerismo italiano, anche se ognuno continua a coltivare la sua importante attività di solista e altro.
In una recente intervista di Nicoletta Sguben dedicata al nostro duo, Lucchesini confessa come nella lettura di un pezzo “il respiro sia lo stesso”; un’esperienza condivisa da Mario Brunello, che aggiunge che ci si mette nello stesso “scafandro” e si respira dalla stessa bombola d’ossigeno. Due le sonate in programma per l’apertura della stagione: l’op. 36 di Grieg composta nel 1883 a Bergen, in Norvegia, e dedicata al fratello John, buon violoncellista dilettante: una Sonata che Grieg eseguì a Dresda lo stesso anno con Grützmacher e che gli sarà sempre molto cara (la suonò nel suo ultimo concerto pubblico, nel 1906, con Casals).
La Sonata di Šostakovič è invece del 1934 e fu scritta a Mosca per l’amico Viktor Kubatzki, che ne sarà il primo interprete insieme all’autore nel dicembre dello stesso anno, a Leningrado.
Due brani solistici aprono invece la prima e la seconda parte del concerto: li lega l’idea di presentare in stili diversi la danza della Follia, una danza dei secoli XVI e XVII, di origine portoghese. Sul tema della stessa molti compositori hanno creato serie di variazioni: fra questi Corelli, Frescobaldi, Marais, Vivaldi (vedi il programma del concerto del 3 marzo) e Scarlatti fino a Cherubini, Liszt e Rachmaninov. Le 12 Variazioni per clavicembalo di Bach sono del 1778 mentre il pezzo di Sollima per violoncello solo (un pezzo che prevede la scordatura) è del 2007 e fu scritto per il Concorso Internazionale “Antonio Janigro” del 2008.

m1617 01B